mercoledì 27 agosto 2014

Soddisfazione è...

... prendere un piccolo oggetto di casa, utile ma anonimo, pressochè invisibile, e trasformarlo in qualcosa di romantico, piacevole per gli occhi e per il cuore...
Come il barattolo del thè, che da semplice contenitore ....








... è diventato un piccolo gioello ...
Sono veramente soddisfatta .....

domenica 24 agosto 2014

ed ecco la borsa per la Pola...


 Incredibilmente, questa volta ho lavorato in modo rapidissimo e sono riuscita a consegnare la borsetta in un tempo che, per i miei standard, è da record!

Ammetto che la fettuccia "cresce" molto velocemente, però sono molto felice della velocità con cui ho realizzato questa borsetta; la destinataria è la mia amica e collega Pola Pagni, il cui monogramma fa bella mostra di sè sul bottone ricamato sul lato della borsa...
In effetti, pensandoci bene, realizzare lavoretti per persone che conosci bene è molto gratificante, poichè ti permette di esprimere, attraverso la tua creazione, un aspetto della persona cui è destinata: Pola è una donna spumeggiante, sempre curata nell'aspetto, estremamente femminile e civettuola (nel senso positivo del termine, ovviamente!), e credo che questa borsetta la rispecchi magnificamente...

Ammetto che mi è sembrata molto felice di quello che le ho realizzato... e visto che è una buona amica ed una collega davvero insostituibile, il suo sorriso di soddisfazione non può che farmi piacere!!!

sabato 16 agosto 2014

Orgoglio di mamma

Il conflitto generazionale non è certamente una novità per nessuno di noi; quelli della mia età lo avranno senza dubbio vissuto su entrambi i fronti, da adolescenti prima, da genitori adesso.
Si tratta di quel periodo, più o meno lungo, in cui il rapporto con il proprio figlio, ormai diciassettenne, si trasforma in una lotta praticamente quotidiana su una varietà di argomenti che in pratica cresce con una curva esponenziale tendente all'infinito - nel mio caso, in senso direi letterale, visto che l'amato pargolo frequenta il Liceo Scientifico...-
La lista dei pomi della discordia si articola in effetti in ramificazioni di ogni genere: la colazione al mattino (se non ho fatto in tempo a prepararla, o comunque su cosa ho preparato se ho fatto in tempo), il ritardo con cui sono uscita dal lavoro (cavolo, aveva messo l'acqua sul fuoco per il pranzo e si è praticamente prosciugata!), il martirio di studio cui lo sottopongo quotidianamente (dopotutto che va a scuola, deve pure studiare a casa ?!?), le faccende domestiche in cui lo coinvolgo forzatamente (in effetti, portare il sacchetto della spazzatura fino al contenitore in fondo alle scale di casa... ci sarebbe da chiamare il Telefono Azzurro!) e via dicendo...
Credo tuttavia di non vivere niente di eccezionale in tutto questo: le mamme che sono fra voi mi capiranno benissimo..
Ma..
C'è un "ma".
Quante mamme possono essere orgogliose di avere in casa un piccolo Chopin?
Ebbene, io sì.
E quando mette le mani sul pianoforte e ascolto il Notturno...
ecco, ogni arrabbiatura svanisce, totalmente rimossa dal cuore e dall'anima... e mi manca il respiro, e chiudo gli occhi ... ed il cuore si gonfia di orgoglio, quasi fino a scoppiare...
Tobia con Simona, clarinettista eccelsa, alla "pizzata" dello Staff Harmony